Su Google continuano le gare di posizionamento

Pubblicato il Pubblicato in Google, Motori di Ricerca, Pagerank Link Bombing

Dopo i Fattori Arcani,

nascono altre iniziative per il posizionamento ai primi posti nei motori di ricerca e Google su tutti, nuova iniziativa promossa da Cached.it è in discussione sul forum interno al sito per determinare le regole..

Abbiamo ricevuto l’invito a partecipare, mancano però le condizioni di tempo, l’utilità e l’effettività di queste gare sono in dubbio da tanto tempo e in merito ai Fattori Arcani, abbiamo espresso le nostre perplessità, speriamo che gli organizzatori tengano in considerazione tutte le discussioni già fatte per i Fattori Arcani su questo blog, sul sito/forum promotore di Giorgio Tave e quanti hanno partecipato, per le regole e quanto abbiamo letto in merito alla gara già dalle prime battute pubblicate sul forum, non sembrano essere innovative.

La proposta avanzata qualche tempo fa da Andrea Cappello, dal quale ci saremo aspettati una iniziativa personale, mi sembrava già più interessante, considerando anche l’effetto di ricerca e analisi dei risultati, partecipare andrebbe benissimo se si fosse sicuri che tutti i partecipanti si attenessero strettamente alle regole, bisogna ricordare che peri i Fattori arcani, non vi erano condizioni particolari e chi ha vinto non ha negato di aver usato strategie di spam; in questo la nostra posizione è chiara e decisa: no allo spam su i motori di ricerca!

Sbagliare è umano ed è anche comprensibile se fatto in buona fede o se non ci si è accorti di determinate forzature, ma inquinare volutamente ed inutilmente uno strumento di ricerca mi sembra quanto mai puerile, non fosse altro anche per la logica e per i SEO e SEM, indici puliti significa di certo lavorare meglio, per tanti casi i posizionamenti ottenuti nelle prime pagine di Google, presentano chiare azioni che forzano le regole e le FAQ di Google, tempo al tempo e poi anche Google si sveglia; nulla di più facile per frenare questo tipo di competizioni potrebbe essere un intervento manuale da parte degli operatori del motore di ricerca bannando del tutto le Keywords o i siti che partecipano.

Una ipotesi già letta per il proliferare in America di gare di posizionamento, in inglese le fonti non sono poche in merito e tanti sono i siti anche in Italia che elencano le gare ancora in corso in altre realtà del web.

Buona fortuna, ovviamente restiamo a disposizione per la gara che se si farà, seguiremo nei suo sviluppo lasciando una porta aperta per quanti vorranno commentare o argomentare scelte o tecniche.

Alex

Articoli Web Marketing

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *