SES Londra: Il successo dell’architettura dei siti web

Pubblicato il Pubblicato in Motori di Ricerca, W3C Standard e XHTML

SESIl Blog da cui è stato preso spunto è fatto il trackback (blog.superzu.com) riporta alcuni articoli dell’incontro avvenuto a Londra nell’ambito del [tag]SES[/tag].

Danny Sullivan e altri intervenuti illustrano i risultati ottenuti da siti che hanno particolari strutture web, è inutile dire che le novità che riguardano Google sono innumerevoli come già ampliamente descritto nell’articolo segnalato. XHTML, XML, Semantica Web, PHP e Data Base sono sempre più evoluti e consentono ai sviluppatori di creare un web sempre più preciso e gradito dai motori di ricerca, è ancora una fase di transizione ma la strada sembra essere quella di un web molto più ordinato e fatto di regole, uguali per tutti…

Big Daddy e le nuove procedure di classificazione e ordine negli indici, la struttura di un sito e le sue categorie, nulla è lasciato al caso e all’interno del blog vi sono anche altre informazioni molto interessanti (in inglese) provenienti dal SES di Londra.

Solo a leggere nei vari blog internazionali, ci si rende subito conto che quanto organizzato in Italia ha ancora un livello poco evoluto rispetto a realtà estere, gli argomenti e i risultati sembrano a dire poco veramente su un altro pianeta; speriamo presto di avere un ruolo di leadership nel contesto SEO e SEM internazionale, l’impressione è quella di essere attaccati ad un filo sottilissimo a una macchina che corre veramente molto più forte di noi.

Da utilizzatore di internet, motori di ricerca e web in generale, da realizatore web, non mi resta altro che leggere quanto fatto e detto in altre lingue in un settore in continua crescita, le conclusioni del SES di Londra sembrano comunque molto interessanti e dovrebbero far riflettere, che non me ne voglia nessuno ma in Italia si passa il tempo a fare delle gare…

Alex

Articoli Web Marketing

Un pensiero su “SES Londra: Il successo dell’architettura dei siti web

  1. Non credo di essere l’unico a pensarla così, il link che posto è proprio di risposta a chi come me aveva avuto qualche dubbio già dagli argomenti trattati, ho per altro postato un commento a quell’articolo che mi sembra quanto mai obbiettivo.

    Per quanto letto su altri blog, che dire, libertà d’opinione ma mi sembra tutto veramente in uno stato embrionale italiano, vedremo in seguito cosà verrà proposto.
    Che le grandi agenzie SEO/SEM elogino il SES tenuto a Milano, che dire, comprendo ma posso non condividere e sfido chiunque a dire il contrario :-) Liberi di esprimersi ovviamente, di fatto anche il materiale messo a disposizione non sembra diverso da quanto reperibile in internet e comunque, inferiore per contenuti e qualità.

    Alex

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *