Il futuro dei motori di ricerca e della semantica web, gli ottimizzatori SEO?

Pubblicato il Pubblicato in W3C Standard e XHTML, Web Marketing

Come già scritto in altri articoli di questo blog, il futuro del web e delle ottimizzazioni SEO/SEM nell’ottica del marketing web, è da tempo in una fase di transizione e molti sono i “rumors” che definiscono il futuro di Google e di altri motori di ricerca ad una svolta definitiva.

Se si analizzasse fotograficamente il web allo stato attuale, incorreremo in uno dei più grandi e confusionali errori definiti dagli standard, dal codice XHTML e CSS, accessibilità “legge Stanca” e semanticità web, è quest’ultima che definirà secondo noi una trasformazione pura del web ma, l’etica?

E’ ricorrente vedere siti chiaramente spam, l’utilizzo puro di un codice come XHTML è di fatto applicato da pochi, le difficoltà nell’applicare la giusta semantica e l’utilizzo corretto delle liste e delle citazioni (solo per citarne alcune) è stravolto dall’utilizzo improprio di questo codice cercando di sfruttare al massimo le potenzialità ai fini del posizionamento nei motori di ricerca.

Un esempio su tutti e determinato dalla sovrapposizione dei livelli utilizzando i CSS, in questo modo è possibile nascondere un testo al di sotto di un layout che verrà poi interpretato dal motore di ricerca come un livello contenete del testo, dei collegamenti, delle parole chiave, qualche h1 ecc.

Sconsigliare l’uso di queste strategie è praticamente inutile, è pur vero che un algoritmo potrebbe individuare la posizione dei livelli e punire tale azione, è ovvio che cercare una grafica estrema potrebbe richiedere anche la sovrapposizione di livelli ma c’è una differenza che non dovrebbe essere trascurata: il contenuto grafico non implica in alcun modo l’utilizzo di testo nel livello, le dichiarazioni di posizione e di contenuto (grafico) può essere fatto attraverso un file CSS esterno. Il risultato è avere un livello con una immagine e senza nessun contenuto testuale.

Nelle analisi di siti che ci hanno proposto, uno dei fattori più difficili e ripetitivi sono stati i layout creati per siti Flash, non avendo una struttura leggibile per contentuti si utilizzava questa tecnica di sovrapposizione, non è da dimenticare che è possibile importare dei file testuali o anche html in un filmato flash…

Etica dei SEO e politica dei SEM

Sempre più spesso si vedono negli indici dei motori di ricerca risultati non attinenti alle query inviate, se fate caso ai risultati ottenuti e alle attinenze dei risultati di Google e di MSN Search, potrete notare come quest’ultimo sia molto più fedele nel restituire un indice attinente alla ricerca, Google indubbiamente ha molti più risultati ma ci sembra premiare non il contenuto delle pagine spiderizzate ma i fattori esterni che determinano la rilevanza del sito agli occhi dello spider e in questo il SEO avrà fatto di certo una buon lavoro, il lettore però avrà poi trovato ciò che cercava?

Il futuro del web e la semantica dei codici

Se e quando un giorno l’etica e lo sviluppo dei codici si avvicinerà alla semantica web, i motori di ricerca analizzeranno i codici e daranno rilevanza ai contenuti testuali e alle dichiarazioni fatte nei codici, maggiore sarà il contenuto e maggiore potrà essere la rilevanza che il futuro motore potrà dare al sito, migliore sarà la scrittura del codice, magari nel rispetto delle direttive del W3C e dell’accessibilità, maggiore sarà la qualità effettiva risultante il che si tradurrebbe in una fattiva e importantissima precisione nei risultati degli indici dei motori di ricerca; fantascieza o etica?

Staremo a vedere, per ora l’intento è quello di restituire al web una immagine di pulizia e di leggerezza nei codici sviluppati, l’applicazione delle direttive e della certificazione dei codici non sta premiando chi, come noi, si sono adeguati allo standard ma attendiamo, di fatto le collaborazioni con SEO e SEM ci permettono di dichiarare che il codice XHTML e le direttive del W3C sono e lo saranno ancora per tanto tempo, il fututo della rete mondiale, PHP e ASP integrati con questi codici, sono di certo più facili da ottimizzare per i motori di ricerca e i CMS ne sono la prova tangibile di quanto affermiamo.

Alex

2 pensieri su “Il futuro dei motori di ricerca e della semantica web, gli ottimizzatori SEO?

  1. Sbaglio o proprio in questi giorni Google e Yahoo hanno dichiarato che prenderanno provvedimenti contro i siti che usano livelli multipli per ingannare i motori di ricerca?

  2. Personalmente non posso che esserne felice,
    il dubbio è capire come faranno ad applicare un controllo delle posizioni, come sempre c’è chi ne pagherà le conseguenze anche se non applica questa tecnica scorretta.

    Della notizia non ho informazioni ma mi riservo di fare una indagine e magari linkare quello che riuscirò a trovare in merito.

    Alex

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *