Google ricerche personalizzate “Google Personal Search”

Pubblicato il Pubblicato in Motori di Ricerca

L’ultima novità del motore più usato del Mondo è la ricerca personalizzata;
Google monitorizza tutte le ricerce eseguite dall’utente registrato al servizio e le rende disponibili in “Cronologia ricerche”, continuando a monitorare i click generati e i risultati ottenuti, Google è così in grado di essere sempre più preciso nelle nostre query al motore.

L’immagine si riferisce ad una nostra ricerca e il risultato è stato inserito nella nostra cronologia personalizzata; per accedere a questo servizio è indispensabile avere creato un account del tipo Google Sitemaps o Google Analytics.

Continuando a fare le nostre ricerche all’interno di Google ecco cosa accade:

Come potete notare nel riquadro rosso da noi aggiunto, compare l’ora della nostra ultima visita e i click fatti a quel sito.

Le opzioni del nostro account “Google Personal Search” sono ridotte solo alla personalizzazione/eliminazione delle keywords generate, abbiamo letto poco su questa nuova funzione di Google ma è capitato e capiterà anche a voi di visualizzare un banner di sfondo giallo che evidenzia questa nuova funzione messa a disposizione da Google nell’indice dei suoi risultati..

In un articolo pubblicato dalla rivista Internet Magazine (n°100 pag.16) leggiamo:

Il servizio di Google si muove in direzione della nuova era delle ricerche inaugurata da Yahoo! con “My Web”. Google Personal Search consente di escludere alcuni siti dai risultati del grande portale. In un prossimo futuro, forse, nessuno vedrà gli stessi risultati e c’è già chi parla di fine del vasto mercato della Search Engine Optimization (SEO)

Ci scuserete ma il sorriso ci è nato spontaneo, se non fosse stato per quel forse..
Escludiamo e non condividiamo affatto questa posizione della fine dei SEO, non bisogna dimenticare che le cronologie monitorate avvengono sempre dall’indice di Google e dalle Keywords generate dall’utente, i click su i link dei risultati sono sempre dipendenti dal posizionamento e questo è più che ovvio.
Che Google voglia migliorare il servizio di ricerca ci sembra normale e quasi fisiologico, che da questo sviluppo (ancora in Beta) si pensi di voler eliminare i SEO ci sembra eccessivo, è anche grazie ai questi famosissimi professionisti che Google riceve introiti economici per l’utilizzo di Google AdWords e non solo loro; i clienti dei SEO possono confermare.

Ad avvalorare la nostra posizione c’è anche da tener presente il futuro del web, dbatrade.com è da tempo che sottolinea l’importanza della semanticità, l’XHTML non è che un primo passo per raggiungere questo traguardo; il web del domani sarà un vero e proprio indice digitale infinito. L’ auspicio per il futuro è vedere una riorganizazione del web mondiale da quei siti obsoleti e non accessibili cioè, fuori dallo standard dettato dal W3C, una pulizia di quanti fanno uso di tecniche scorrette per il posizionamento negli indici dei motori di ricerca, in questo blog c’è un articolo da noi scritto qualche tempo fa che trattava l’argomento proprio ricercando nell’indice di Google. [LEGGI ARTICOLO]

Non trascurabile e forse in Italia ancora molto difficile da ottenere causa politiche economiche limitanti, una rete accessibile gratuitamente per tutti, una Google WI-FI gratuita sarebbe una vera e propria RIVOLUZIONE, chissà.. abbiamo letto nel futuro? La fine di ADSL flat, tariffe truffe etc.

Per raggiungere il servizio di Google Personal Search: http://www.google.it/psearch

Alex for:
dbatrade.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *