Google Big Daddy

Continuiamo ad occuparci di Motori di ricerca:

Big Daddy, un nome simpatico ma non per tutti, si tratta del nuovo sistema di scansione di Google che ha incominciato da tempo a censire la rete Internet e a formare i suoi indici secondo nuovi algoritmi…

  •  66.249.93.104
  •  64.233.179.104
  •  216.239.51.104

Big-Daddy1.jpg

Cosa capiterà non abbiamo idea ma di certo l’ultimo aggiornamento di PR (Page Rank) ha lasciato tanti a bocca asciutta se non amara vedendo il valore di pertinenza delle pagine calare o essere distribuito uniformemente su tutte le pagine, cosa stà cambiando? Oltre a una politica severa verso chi ha azioni scorrette per i posizionamenti nei motori di ricerca, Google sembra stia facendo una serie di valutazioni diverse come si può notare dal numero di risultati ottenuti nel motore classico (GoogleBoot foto1)

Google Bootfoto 1

e diversamente in Big Daddy (foto2)

Risultati-Google-BD-it foto2

in quest’ultimo, i risultati sembrano essere tanti di più rispetto al precedente, le pagine, come il nostro sito statico dbatrade.com, non sembrano essere state lette tutte e quindi, non si spiega il perché di così tanti risultati…

Come si posizionano i siti web in Big Daddy?

Per ora non ci sembra diverso dal solito ma potremo comunque condividere la possibilità di non avere mai due volte lo stesso risultato, in altre parole, una rotazione dei risultati favorendo di certo quei siti che hanno (per ora) una pertinenza più elevata o un numero di ricerche (articoli del blog: Google Personal SearchSitemapsAnalytics) e visite tali da essere considerati di riferimento.

Ciò equivale a dire: un sito nuovo o piccolo, non avrà nessuna rilevanza.

Gli AdWords incrementerebbero così l’utenza e lo possiamo comprendere, sono tutte considerazioni (rumors) che solo il tempo ci potrà chiarire ma per il momento ci sembra di essere sempre più vicini a dei cambiamenti.

Alex

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>