eBay: Annunci ingannevoli e i furbetti del web

Pubblicato il Pubblicato in Editoria Web, Google WebSite Promotion, Professionisti della Rete

pinocchio-ebay Torniamo a parlare di sistemi per la vendita su di un noto sistema ad asta come è e-Bay. Una nota rivista della nautica a motore “Barche” ha scritto in merito proprio per alcune osservazioni fatte in tema di pubblicazione in questi sistemi d’asta online, Antonio Soccol è l’autore dell’articolo…

(articolo pubblicato anche sul blog Levi: Nautica: I furbetti del web e gli annunci ingannevoli su eBay)

In riferimento a quanto già letto in merito ad annunci non conformi alle disposizioni imposte dal sistema di vendita on-line su asta, internet è ormai saturo e nulla vale anche il punteggio dato dagli utenti per gli inserzionisti che possono creare utenze fittizie (magari legate ad amici o parenti) per poter “regolare”, anche all’ultimo istante, aste non convenienti ma si tratterebbe di un caso semplice che con il tempo è possibile da smascherare.

Tutt’altro aspetto è la violazione dei copyright, duplicazioni dei contenuti; in questo sia l’editore dell’annuncio che gli amministratori del sistema di vendita on-line come è e-Bay sono i diretti responsabili; sì, lo so benissimo che esiste un sistema per segnalare questo tipo di violazioni ed è anche molto fastidioso doversi iscrivere e ricevere newsletter non sottoscritte, tuttavia… anche dopo molteplici segnalazioni, il materiale pubblicato e dubbio, resta lì dov’è e qui si evidenzia l’inefficacia del sistema di segnalazione e della struttura e-Bay rispetto a questo tipo di problemi.

Barche d’epoca Levi; Annunci ingannevoli su eBay Ne davano notizia gli autori del blog nell’articolo con la simpaticissima immagine di Pinocchio in navigazione su di una Speranziella e il naso lungo di quando si dicono delle bugie…

Entriamo nello specifico inserendo alcuni link che potranno aiutare a comprendere meglio il problema, come descritto nell’articolo del giornalista nautico che, qualche tempo fa, mi chiedeva in merito spiegazioni… ha praticamente pubblicato tutto quanto io avevo scritto, ma a distanza di tempo… l’articolo oggetto della contestazione continua ad essere visibile nelle pagine di e-Bay; la tutela degli inserzionisti, che si attengono alle netiquette, che fine fa se si permettono delle violazioni così tanto palesi?

L’annuncio contestato e presente su e-bay riguarda una barca in legno Rudy – Navaltecnica di Anzio.

L’articolo dal blog Levi dal quale è stato “rubato” contenuto e immagini è intitolato: Renato Sonny Levi e la Navaltecnica di Anzio.

Logicamente, non tutte le immagini sono state prese come nell’articolo pubblicato, l’autore ha ben pensato di andare a fare un giro nel blog e prelevare le immagini che più si avvicinavano al suo scopo; il bello è che quanto da lui promosso per la vendita, non coincide con l’oggetto in suo possesso! Senza scendere in particolari, la barca di sua proprietà non è il modello che si vuole vendere:

ebay-furbetti-webDi esatto c’è il nome del cantiere che ha costruito la barca e il nome del modello “Rudy”, come si può notare compare un altro nome “Speranziella” che è un altro modello costruito dal medesimo cantiere, ma non è l’unica osservazione da fare.

Per i più raffinati e conoscitori di barche d’epoca, sarà chiaro che la prima, cioè la Speranziella, è un primo modello glorioso costruito dalla Navaltecnica e vanta numerose vittorie in gare di motonautica offshore d’altura e costruita in soli 3 esemplari, dal famoso ing. Renato “Sonny” Levi, che in quegli anni progettava per il cantiere in questione.

Non è così per il modello Rudy che veniva prodotto dallo stesso cantiere, ma non più sotto la guida dell’ingegnere Renato “Sonny” Levi. Di fatto le due barche sono totalmente differenti e la valutazione anche, viste le quantità prodotte per il Rudy, per le sue caratteristiche costruttive, per la maggiore produzione, non può essere considerata come una Speranziella. Un’indiscutibile e bella barca d’epoca ma un qualsiasi collezionista potrà comprendere che già solo parlando in termini di quantità prodotte e di rarità… il valore non può essere quello richiesto nell’annuncio.ebay-falsi-annunci

Nella seconda immagine qui a lato, come si nota dal sottotitolo in parentesi, si attribuisce la progettazione della barca a “Sonny” Levi; per quanto detto qualche riga più sopra, non mi ripeto ma mi sembra più che evidente che l’articolo proposto dall’editore di e-Bay non è di certo il più veritiero, viola tutte le leggi per l’editoria digitale, copyright e qualche altra legge nel rispetto degli ignari e possibili clienti che credono magari di comprare una Speranziella mentre in realtà acquisterebbero un semplice Rudy che è tutt’altra cosa.

E-Bay ha una grossa responsabilità come le associazioni dei consumatori che dovrebbero vigilare su questo tipo di annunci ingannevoli, si dovrebbero cancellare gli editori “furbi”, denunciarli quando violano leggi e sperare che quanto visto non si ripeta ancora a discapito dell’utenza della rete mondiale.

La beffa è in fondo alla pagina dell’annuncio che dice: “fonte www.amalficoastcharter.com” oggi: www.altomareblu.com

Stiamo attenti e nel caso, segnalate!!! Il Blog di barche d’epoca Levi è a completa disposizione degli utenti per dare supporto e valutazioni su tutte le barche d’epoca Levi.

Alessandro Vitale

DBATrade Web marketing SEM specialist

Editoria web e gli annunci ingannevoli su eBay

Tags: , ,

Articoli Web Marketing

5 pensieri su “eBay: Annunci ingannevoli e i furbetti del web

  1. Da qualche giorno…

    L’annuncio è stato rimosso come da direttiva e-Bay dei 90 giorni di attività. Resta da vedere se il famigerato prorpietario del Rudy con tanta fantasia pubblica nuovamente lo stesso articolo.

    La cosa che veramente colpisce è che così facendo la valutazione verso quella barca, anche se d’epoca, scende invece che rivalutarsi nel tempo come per tutte le barche d’epoca; non dobbiamo dimenticare però che il Rudy non è una barca Levi, in campana anche i brokers e siti d’inserzioni, siete responsabili di quanto pubblicato e passibili di sanzione in caso di dichiarate fraudolenze; quello descritto, lo è.

    Alex

  2. E continuano…

    questa volta è toccato a un Broker di barche che ingnaro del solito inserzionista “confuso”, ha inserito un annuncio per la vendita di una barca d’epoca Levi; il solito problema però, la barca proposta è sempre il famoso Rudy (che non è una carena Levi) e le immagini… erano tutte quelle pubblicate dal CMS/Blog del Registro Storico Levi.

    Utenti internet… state molto attenti e in ogni caso, chiedere una consulenza agli esperti del Registro Storico delle Carene Levi, costa di certo meno di quanto richiesto dall’inserzionista di cui sopra!!!

    Da buon intenditor, poche parole!!!

    Alex

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *